È una delle parole più ripetute nel mondo del web, e non a caso. Infatti grazie a questa funzione il mondo dei social è stato rivoluzionato.

Per avere più like e più follower su Instagram, è necessario utilizzare gli giusti hashtag,

Però gli hashtag giusti variano in base all’obbiettivo e al tipo di settore che presidiamo.

In questa guida andremo a vedere come ricercare quegli hashtag che ci aiuteranno ad aumentare l’engagement e di conseguenza i follower e come utilizzargli al meglio.

Perchè per aumentare i like non basta sapere quali sono i migliori hashtag, ma serve capire anche come e dove utilizzarli.

Andiamo ora a vedere tutto quello che c’è da sapere sugli hashtag, partendo dalla domanda più basilare: cosa sono?

Scopri come guadagnare con Instagram utilizzando queste 7 strategie [Guida completa]

Cosa sono gli hashtag

Gli hashtag sono delle etichette formate dal cancelletto “#” seguito da una parola chiave.

Servono a categorizzare negli archivi i vari post che vengono condivisi. Servono in parole povere a fare ordine.

Una volta associato un determinato hashtag ad un contenuto, quest’ultimo potrà essere visualizzato nell’archivio che contiene tutti i contenuti con quell’ hashtag.

Gli archivi possono essere visualizzati partendo dai contenuti più recenti, oppure dai più popolari.

Perchè dovresti usarli

Gli hashtag sono fondamentali per raggiungere un pubblico più grande di quello che attualmente hai.

Il numero massimo di hashtag utilizzabili è 30, utilizzali tutti ed assicurati che siano quelli più indicati per il tuo pubblico.

Nelle storie il numero massimo è 10.

Dove si possono usare

Gli hashtag si possono usare nei post, nella bio, nei commenti e nelle storie.

Nelle storie è possibile inserire gli hashtag inserendo l’adesivo corrispondente, oppure la parola chiave preceduta dal cancelletto.

Nella didascalia o nei commenti?

Questa domanda viene posta spesso perchè quando si pubblicano i post, gli hashtag possono essere inseriti sia nella didascalia che nei commenti.

Quali differenze ci sono?

Mettere gli hashtag nella didascalia può rendere il contenuto disordinato e non bello esteticamente, oltre al fatto che per molti gli hashtag nel primo commento hanno più effetto.

Quali hashtag usare

Quando andiamo a scegliere gli hashtag da utilizzare dobbiamo farci guidare dal buon senso e non aggiungere hashtag tanto per arrivare a 30.

Gli hashtag devono essere pertinenti al contenuto del tuo post perchè se non lo sono gli utenti se ne accorgono e valutano il tuo post non pertinente.

Per valutare un post non pertinente, ti basterà andare sul feed di un hashtag, aprire una foto ed in alto a destra, cliccare sui tre puntini, e cliccare su “non mostrare per questo hashtag”.

Se molte persone compiono la stessa azione, il tuo post subirà una diminuzione di visibilità.

Valuta la popolarità

Gli hashtag possono essere divisi in base alla loro popolarità. Generalmente gli hashtag più popolari sono quelli che superano il milione di post, mentre quelli medi sono tra i 100 mila ed il milione, quelli poco competitivi invece al di sotto dei 100 mila.

Utilizzare solo hashtag molto popolari, specie all’inizio è alquanto inutile, perchè il nostro post non sarà visualizzato nei primi risultati dei feed degli hashtag,

Perchè?

Quando vai sul feed di un hashtag puoi decidere se li vuoi ordinare in base alla popolarità o al più recente.

Poichè quasi tutti vanno a vedere in base al più recente, ad essere visualizzati saranno solo quelli che hanno ottenuto molte interazioni.

Quindi è bene “mixare gli hashtag” in modo da avere una ventina poco o mediamente competitivi e una decina molto competitivi.

Naturalmente è una cifra valida in linea generale, ma può subire delle variazioni in base al settore in cui operi.

Prova questa strategia

Capito che gli hashtag devono essere scelti anche in base alla loro competitività, possiamo andare a vedere una strategia pratica.

Se sei all’inizio e quindi hai pochi follower, potresti utilizzare su un tuo post, un 75% di hashtag a bassa competitività, in modo da far diventare popolare quel contenuto nei feed di quegli hashtag.

È facile capire che in un hashtag poco popolare bastano meno interazioni per arrivare incima al feed.

Una volta raggiunta la popolarità in quel feed allora, avrai molte più chance di scalare il feed degli hashtag più competitivi.

Il rischio di usare sempre gli stessi hashtag

Una volta individuati quali hastag utilizzare molte persone le copiano ad esempio nelle note e ad ogni nuovo post fanno semplicemente copia e incolla.

Questo comportamento è da qualche mese punito da Instagram.

Infatti se i tuoi post presentano sempre gli stessi hashtag, potresti facilmente finire nello shadowban.

Cos’è lo shadowban?

È una penalizzazione di Instagram che limita la visibilità dei tuoi nuovi post. Praticamente i tuoi contenuti potranno essere visualizzati solo dai tuoi follower e non sui feed degli hashtag.

Se cadi nello shadowban te ne accorgi abbastanza facilmente. Oltre ad avere un calo di interazioni, non troverai il tuo post nei feed degli hashtag in cui l’hai utilizzato.

Come ricercare gli hashtag migliori

Gli hashtag che puoi trovare su Instagram sono veramente tanti, per ogni settore ne puoi trovare di utili.

Ma tra tutti questi come facciamo a trovare quelli che ci aiuteranno ad aumentare i nostri follower?

La risposta è ricercare, ricercare, ricercare.

Vediamo come.

Funzione cerca

Molto semplice, quando inserisci la parola chiave e decidi di ricercare per hashtag, ti verranno mostrati tutti gli hashtag con quella parola chiave al loro interno.

I correlati

Vai nella ricerca ed inizia a ricercare un hashtag che ritieni pertinente al tuo post.

Qui puoi iniziare ad avere importanti informazioni come ad esempio il numero di post per quel tipo di contenuto e valutare se sono o meno competitivi.

Sotto al numero di post puoi trovare il pulsante “Segui”, a destra invece una freccia.

Quella freccia ci mostrerà gli hashtag correlati a quello che abbiamo ricercato.

E questo è il primo modo per trovare buoni hashtag.

Gli hashtag del tuo follower ideale

Per andare a prendere il tuo cliente ideale, la cosa più facile è capire come ricerca il suo contenuto ideale.

Per fare questo pensa ai loro interessi e al loro stile di vita e cerca intorno a questi argomenti.

I tuoi competitor

Il loro utente di destinazione sarà anche il tuo pubblico di destinazione.

Per questo motivo vai a studiare il tuo competitor e cerca gli hashtag che utilizza.

Salvali e testali

Una volta ricercati una buona quantità di hashtag salvali in un’app come Evernote per averli sempre a portata di mano. Ma ricordati di non fare copia e incolla per non incorrere in pernalizzazioni.

Variali e analizza quelli più performanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here