Finalmente hai deciso di iniziare a fare soldi online e stai pensando di guadagnare con un blog? Bene, in questa guida scoprirai i metodi migliori di guadagno ma capirai anche come scegliere una nicchia di mercato realmente remunerativa.

Nell’articolo potrai trovare:

Quanto si può guadagnare con un blog?

I guadagni variano molto in base al target di utenti a cui ti rivolgi con il blog. Ci sono infatti nicchie in cui bastano poche decine di utenti al giorno per guadagnare anche 3000 euro al mese e nicchie che per guadagnare 100 euro non bastano 10000 visitatori al mese.

La scelta della nicchia

Questo è il passo che reputo più importante nel processo che ti porterà a guadagnare con un blog.

Per creare un blog che monetizzi è necessario partire già con l’obiettivo del guadagno.

Dobbiamo fare un salto di qualità mentale e vedere il nostro blog come una start-up e non come un semplice raccoglitore di articoli.

Non dobbiamo diventare dei copywriter, ma degli imprenditori digitali. Questo non vuol dire che ce ne dobbiamo fregare del copywriting, ma non deve essere il nostro focus.

In un primo momento è giusto scrivere da soli i propri articoli, anche perchè spesso non si ha molto budget all’inizio, ma quando iniziamo a guadagnare è bene delegare la scrittura degli articoli a persone più brave di noi in questo campo.

Il mito della passione e competenza

Molto spesso sentiamo che per guadagnare online dobbiamo impostare il nostro progetto sulle nostre passioni e competenze.

In parte è vero, la passione per un argomento ci aiuterà ad andare avanti nei momenti più complicati e le nostre competenze ci consentiranno di offrire contenuti di valore.

Il problema è che non tutte le nostre passioni sono remunerative per due motivi principali:

  • il numero di appassionati
  • il budget degli appassionati

Tutte le nicchie di mercato sono composte da persone in carne ed ossa, e le nicchie più remunerative sono composte da quelle persone che spenderebbero di più per soddisfare le proprie esigenze o problemi.

Per questo motivo oltre alla competenza e alla passione c’è un ulteriore variabile in gioco che è il pubblico target.

Se vuoi guadagnare è necessario che qualcuno ti dia dei soldi, e nel caso del blog i soldi te li danno i tuoi lettori.

Ma per darti i soldi devono essere interessati ai tuoi argomenti ed avere un budget da spendere.

Quindi le domande da porti sono:

  • Quali sono le esigenze della mia audience?
  • Qual è il budget della mia audience?

Quali nicchie fanno guadagnare di più online

Avendo capito che non tutte le nicchie sono uguali, dobbiamo capire cosa rende una nicchia migliore di un’altra.

Le nicchie nelle quali dobbiamo entrare con il nostro blog sono quelle che aiutano le persone a migliorarsi nei diversi settori della propria vita.

Le persone sono molto interessate a migliorare la loro condizione di vita, l’aspetto finanziario, di salute e benessere, mentale ecc.

Le nicchie più remunerative sono:

  • Come fare soldi online
  • Finanza personale
  • Sviluppo personale
  • Lifestyle
  • Cibo

Come fare soldi online

Questa è la nicchia in cui tutti ci imbattiamo almeno una volta nella vita.

In questo settore ci sono diverse sotto nicchie come:

  • web marketing
  • SEO
  • Social media marketing
  • blogging
  • ecc

Molti blog in questa nicchia sono valide risorse, ma molti altri vendono solo fuffa.

Per creare un blog di successo in questa nicchia è necessario avere esperienza e non solo fingere di averla.

I lettori sono svegli e dopo che si fanno abbindolare una volta, è difficile che tornino a fidarsi di te.

Questo vuol dire che solo i guru possono aprire blog in questa nicchia?

No, assolutamente. Ma se sei un principiante condividi i tuoi progressi o quello che scopri del tuo settore piuttosto che promettere risultati miracolosi con il tuo prodotto.

Finanza personale

Altra nicchia molto calda che ultimamente sta spopolando anche su Youtube.

Qui si presume che tu già abbia dei soldi e stia cercando delle persone che ti consiglino dove investire i tuoi risparmi o come gestirli.

In questo settore, gli utenti si fidano solo di blogger esperti e professionali, o che per lo meno lo sembrino.

Inoltre, la nicchia della finanza personale è quella più redditizia e ci consente di poter guadagnare con un numero inferiore di visitatori al blog.

Sviluppo personale

Questa è un enorme nicchia per guadagnare spesso sottovalutata, ma lo sviluppo personale riesce a muovere alcuni miliardi di euro all’anno ed è in continua crescita.

Che tu voglia migliorare la tua autostima, raggiungere nuovi obiettivi, superare avversità quotidiane, sappi che lì fuori sul web, c’è un prodotto adatto a te.

Uno dei maggiori guru mondiali di questo settore è Tony Robbins, ma non devi per forza essere famoso quanto lui per avere successo in questa nicchia.

Infatti ci sono un sacco i infoprodotti di successo che sono stati creati da persone normali.

Queste persone vendono principalmente dei metodi da loro sviluppati e che sono serviti a risolvere un determinato problema.

In Italia ad esempio uno dei blog più apprezzati è efficacemente.com e vende un infoprodotto utile a migliorare lo studio.

Lifestyle

È la nicchia più ampia di tutte perchè può racchiudere diversi settori:

  • giardinaggio
  • viaggi
  • bricolage
  • design della casa

Molto spesso chi inizia in questo settore si illude che può parlare di tutto ciò che è inerente la sua vita e finisce per fallire il suo progetto.

Il motivo è semplice, alle persone interessa risolvere i propri problemi e gli importa poco di ciò che fai durante il giorno.

Se hai un blog di lifestyle dovresti parlare delle tue esperienze con l’obiettivo di risolvere un problema comune a molti.

Cibo

Nonostante la nicchia del cibo sia tra le più profittevoli, è anche tra le più difficili.

Perchè?

Chi va su un blog di cucina è interessato a trovare una ricetta. Non è interessato ad altro, vuole la ricetta.

Come puoi monetizzare un pubblico del genere?

Spesso si monetizza attraverso i banner pubblicitari, ma questo richiede un enorme mole di traffico.

Come battere la concorrenza

Si sà, dove ci sono soldi c’è anche molta concorrenza ed è sempre più difficile emergere.

Questo vuol dire che il mercato è saturo e non si può più guadagnare?

No, vuol dire che per poter emergere devi offrire contenuti qualitativamente superiori alla concorrenza.

In passato bastava creare articoli di meno di mille parole per emergere su Google, oggi sono necessari alcune migliaia.

Personalmente faccio guide di oltre 4 mila parole e cerco di offrire contenuti che soddisfino il reale intento dell’utente.

Infatti l’obiettivo di Google è quello di soddisfare pienamente l’intenzione di ricerca degli utenti e con un blog post lungo oltre 2 mila parole molto facilmente includi informazioni utili che altri competitors non hanno.

I contenuti devono essere strutturati e contenere tutte le informazioni utili per il topic dell’articolo.

Per approfondire questa tematica visita l’articolo su come creare un blog si successo e vai alla voce “creazione contenuti di valore”.

Per ricevere maggiore traffico sul blog è necessario sviluppare alcune competenze come la SEO.

Non mi dilungherò su questa tematica ma sappi che essere dei bravi SEO è indispensabile per creare un blog di successo.

Su questo blog ho scritto diversi articoli che parlano di alcune tecniche che ti possono tornare utili.

Fonte di traffico

La SEO non è l’unica strada per ricevere traffico sul blog. Infatti un’altro canale fondamentale sono i social.

fonte immagine: www.businessinsider.com

Come puoi vedere, il traffico proviene principalmente da Facebook e la ricerca organica su Google.

Potresti scegliere di puntare su entrambi le fonti di traffico ma ci sono alcuni settori che prediligono Facebook altri la ricerca su Google.

Per essere visibile su Facebbok e ricevere traffico da questo canale dovrai pagare le sponsorizzazioni dei post.

Se invece decidi di ricevere traffico dai motori di ricerca dovrai posizionare i tuoi contenuti tra le prime posizioni dei risultati di Google e per farlo avrai bisogno di backlink al tuo blog, e questi si pagano.

Quindi in entrambi i casi dovrai spendere soldi prima di ricevere traffico.

Senza spendere soldi in link building, non ci si può posizionare su Google?

No, puoi posizionarti anche senza i backlink, su questo sito ho molti articoli posizionati in questo modo. Però individuare parole chiave monetizzabili con poca concorrenza è sempre più difficile, ti capiterà spesso di trovare parole chiave a bassa concorrenza ma senza un reale valore economico.

Metodi di guadagno sul blog

Ora che abbiamo visto quali nicchie sono più profittevoli e come ricevere traffico sul blog, dobbiamo capire come trasformare un visitatore in “utente pagante”.

Nella seguente lista vedremo i metodi più utilizzati e che garantiscono maggiori risultati.

  • affiliazioni
  • vendita infoprodotti
  • vendita prodotti fisici
  • vendita software e plugin
  • banner

Affiliazioni

Non si può che iniziare dalle affiliazioni se si parla di guadagno online. Esse rappresentano la scelta principale per chi inizia con un blog poichè non richiede investimenti nulla tranne che i tuoi contenuti.

Infatti l’affiliates marketing è uno dei principali mezzi per vendere prodotti o servizi in ambito digital. Si stima che circa il 15% delle vendite digitali proviene dalle affiliazioni e in America riesce a vendere tanto quanto le email.

Con le affiliazioni promuovi prodotti di altre aziende e ricevi una commissione per ogni prodotto che fai vendere.

fonte immagine: blog.hubspot.com

Per capire meglio ti faccio un esempio:

Immaginiamo che tu abbia un blog come questo e fai una recensione dei migliori hosting per aprire un blog.

Proprio come ho fatto io, potresti inserire un link affiliato per ogni web host recensito.

Se l’utente clicca su uno di quei link ed effettua un acquisto, tu riceverai una commissione.

Le commissioni variamo molto in base ai prodotti. I prodotti da sponsorizzare sono sia fisici sia software.

Le categorie di affiliazione più importanti sono:

  • hosting
  • site builder
  • VPN
  • piattaforme per corsi online
  • landing page builder
  • hosting per podcast
  • temi wordpress
  • software per web marketing
  • prodotti finanziari
  • affiliazioni travel
  • fitness
  • corsi online
  • moda
  • benessere
  • criptovalute

Come puoi vedere ci sono programmi di affiliazione in molte nicchie di mercato e molti altri stanno nascendo in questo periodo.

Per individuare un programma di affiliazione ti basterà andare sul sito di un prodotto che vorresti promuovere e spesso nel footer troverai il link di affiliazione.

Un altro metodo sarebbe quello di ricercare su Google il nome dell’azienda seguito dalla keyword programma di affiliazione o affiliate program.

Se l’azienda che individui non ha questi programmi, potresti proporgli anche una collaborazione su misura.

Affiliazione Amazon

Tra tutti i programmi di affiliazione, probabilmente quello di Amazon è il più conosciuto, ma non il più profittevole.

Ho deciso di dedicargli questo paragrafo perchè molte persone che iniziano con le affiliazioni vogliono iniziare con Amazon, ed anche io ho fatto lo stesso.

Il problema però è che attualmente la percentuale delle commissioni si abbassano sempre di più ed il costo per ricevere una visualizzazione sul nostro sito, spesso supera il guadagno per ogni visitatore ottenuto.

Le commissioni percepite variano in base alla categoria prodotto, per Amazon Italia si va dal’ 1% per TV e Home Cinema, smartphone e cellulari, fino al 12% per i prodotti di moda.

Degli esempi Italiani molto validi da cui prendere spunto sono:

  • www.qualescegliere.it
  • migliorprodotto.net
  • lasceltamigliore.com

La concorrenza di Youtube

La maggior parte dei contenuti di affiliazione sono recensioni o guide all’acquisto che fino a qualche anno fa, gli utenti preferivano principalmente come contenuti scritti.

Oggi non è più così, infatti molte categorie di recensioni sono apprezzate più come video che come articolo di blog.

L’esempio classico è quello dei cellulari, o comunque di molti device elettronici.

Per questo motivo, quando creerai il tuo blog per monetizzare, tieni in considerazione che solo alcuni prodotti rendono meglio attraverso gli articoli scritti di un blog.

Gli articoli di un blog sono l’ideale per recensire tool e software online, ma anche corsi e video corsi.

Valore

Ora sempre meno, ma prima capitava spesso di trovare siti i cui contenuti erano solo pubblicità di prodotti altrui.

Non fare anche tu lo stesso errore!

Quando scrivi un contenuto concentrati su offrire realmente valore al lettore e non trasformare il tuo articolo in un articolo promozionale.

È controproducente, il lettore vuole avere informazioni genuine e prima di cliccare su un link consigliato deve prima fidarsi del blogger.

I nostri contenuti dovranno risolvere problemi o soddisfare le esigenze dei nostri lettori.

Vendita info prodotti

Un’altra soluzione efficace per monetizzare il tuo blog è quella di impacchettare le tue conoscenze e venderle come info prodotto.

Gli info prodotti sono di diversi tipi:

  • ebook
  • video corsi
  • ebook
  • abbonamenti ad aree private del proprio sito
  • audio
  • checklist
  • fogli excel

Il maggiore vantaggio di un info prodotto è che può essere creato da chiunque a costo zero.

Infatti le risorse richieste sono il tuo tempo e le tue conoscenze nel caso di un ebook.

Ebook

Ok, voglio fare un ebook ma non so scrivere. Come faccio?

Anche a questo c’è una soluzione. Ci sono delle figure chiamate ghostwriter che si occupano di scrivere al posto tuo.

I ghostwriter si possono trovare facilmente online ed i loro prezzi variano in base alla tipologia di contenuto.

Video corso

Se non voglio fare un ebook ma un video corso?

Anche qui c’è una soluzione molto semplice. Esistono delle piattaforme come Udemy.com sulle quali è possibile vendere i propri video corsi.

Il bello di Udemy e dei suoi simili è il fatto che ti offrono una piattaforma già ottimizzata per lo scopo.

Infatti tu dovrai solamente registrare le tue lezioni e caricarle sulla piattaforma.

Quanto costa?

Per ogni corso venduto dovrai dare una percentuale a Udemy che sarà del 3% se l’utente proviene da un tuo link o ha un tuo coupon, mentre sarà del 50% se l’utente acquista un corso dalla navigazione di Udemy.

Fogli excel e checklist

Ti può sembrare strano, ma in molti casi, i fogli excel hanno un grandissimo valore.

Permettono di risparmiare molto tempo e per alcuni lavori sono indispensabili.

Tuttavia, i fogli excel più complessi richiedono alcune competenze tecniche che molti non hanno.

Se nel tuo settore viene utilizzato spesso excel, potresti pensare di creare fogli complessi e con molte funzionalità che potresti vendere ai tuoi lettori.

Stessa cosa per le checklist. Ad esempio se operi nel mondo della SEO, potresti creare una checklist per fare audit SEO.

Tecnica per guadagnare di più dagli info prodotti

Per vendere qualcosa a qualcuno è necessario che quella persona si fidi di noi.

Tutto gira intorno alla fiducia che riusciamo a creare nei nostri lettori.

Se sei un blogger poco conosciuto, sarà difficile per te vendere corsi a centinaia di euro, mentre è più probabile che tu venda prodotti di qualche decina di euro.

Per questo motivo, dovresti creare due info prodotti, uno base che costa poco e l’altro che offre più cose ma che costa anche di più.

In pratica il primo info prodotto deve servire a creare fiducia nell’utente mentre il secondo a guadagnare.

Software e Plugin

Se con il tuo blog aiuti le persone a risolvere dei problemi, molto spesso la soluzione può essere automatizzata con un software.

L’obiettivo è quello di creare un software che risolva quel problema e proporlo ai tuoi lettori.

Non devi per forza essere uno sviluppatore e conoscere i linguaggi di programmazione. Se hai un’idea di software, puoi delegare la sua creazione ad una agenzia o a dei programmatori freelance su internet.

Stessa cosa per i plugin, in questo caso i problemi da risolvere sono su WordPress.

Dei siti dove poter trovare i freelance sono:

  • addlance.com
  • upwork.com
  • Fiverr

Consulenze

Questa è probabilmente la cosa più semplice di tutte, offri delle consulenze personalizzate sul tuo sito.

I guadagni provenienti dalle consulenze possono essere nettamente superiori rispetto a quelle di tutti gli altri metodi.

Le consulenze possono essere effettuate in quasi tutte le nicchie, l’importante è che tu riesca ad offrire un’immagine autorevole di te stesso.

Devi dimostrare di essere competente e questo lo puoi fare attraverso i tuoi contenuti.

La consulenza è il metodo principale di guadagno per i blog appena nati, se vuoi guadagnare con pochi visitatori, non puoi puntare sulla quantità e quindi puntare sulla qualità. La consulenza ti permette di offrire un servizio personalizzato che puoi vendere a prezzi anche molto alti.

Banner

I banner sono parti del tuo sito che offri in affitto ad un’altra attività. Sarebbe la stessa cosa che puoi fare con Adsense, ma spesso si guadagna di più.

Per decidere il prezzo di solito si fa riferimento al costo ogni mille utenti mensili sul sito e alla nicchia.

Naturalmente il tutto va contestualizzato. Un banner su un sito con pochi utenti mensili ma ultra specialistico può valere di più di uno con più utenti poichè ha tutti utenti in target con la pubblicità del banner.

Quasi sempre il link sul banner è tracciato in modo da poter quantificare il numero di utenti che porta e quindi verificarne l’efficacia.

In aggiornamento

A breve inserirò altri metodi e approfondirò quelli già presenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here